I vincitori della terza edizione mondiali di Plogging

Dal 29 Settembre al 1 Ottobre, nel Parco delle Mura, a Genova, è stata portata a termine la terza edizione del Camponato Mondiale di Plogging.

Il Plogging è il nome dato alla corsa che va ben oltre la semplice competizione sportiva! Infatti, gli atleti, proveniente di 17 paesi diversi, si sono sfidati si sono sfidati non soltanto correndo, ma facendo a gara a chi ripulisse meglio il percorso dai rifiuti abbandonati che trovavano sul loro sentiero.

Più di 80 partecipanti hanno percorso i tratti di questo parco genovese, un angolo di montagna che affaccia sul mare a qualche centinaia di metri di distanza. Una vera e propria unione di ambientalismo e passione sportiva, che glorifica l’interesse per il pianeta e celebra la salute fisica!

Chi sono stati i vincitori?

È importante specificare che la gara si è divisa in due categorie di percorso, dove uno era in dislivello.

Per la prima tipologia, il gradino più alto del podio maschile è stato conquistato, con i suoi 368.328 punti, dallo Spagnolo Manuel Jesús Ortega García, un appassionato ambientalista e corridore professionista. Mentre, nel podio femminile, il titolo è stato conquistato una seconda volta, 115.409 punti, da Elena Canuto, la campionessa della prima edizione, portando tantissimo orgoglio all’Italia e tutti gli italiani che sperano in un futuro più sostenibile.

Si può dire infatti che grazie a questa iniziativa, la vera vittoria è stata quella ambientale e sociale!

Si parla di circa 3mila kg di rifiuti abbandonati di cui oltre il 71% del totale dei rifiuti raccolti, è stato differenziato e sarà prossimamente riciclato. Questa differenziazione ha portato ad avitare di emettere nell’atmosfera 6 milioni di grammi di CO2.

Gli atleti, nel corso delle 6 lughe ore della corsa, hanno percorso complessivamente 1.318 km di strade e sentieri, raccogliendo una media di circa 2,2 kg di rifiuti ogni chilometro.

Per la categoria della gara in dislivello, Paolo Austoni ha conquistando la vetta della classifica maschile con i suoi 37,56 km e 3.944 m, mentre nella stessa categoria, sul podio femminile si é distinta la cuneese Lara Maiolo con 25,25 km e 1.893 m.

Anche se in una competizione del genere, vinciamo davvero tutti, anche chi non partecipa, ogni vincitore sul podio è stato premiato con medaglie speciali, creazioni artistiche originali ottenete dal riciclaggio portato avanti da RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche).

I premi “fair play” sono stati dati a Ellinor Härlin e Silvia Ines Canavero, mentre il premio paralimpico è stato consegnato a Lino Cianciotto.

Si conclude così questa terza edizione di plogging, una attività figlia dei nostri tempi, delle nostre soluzioni e della nostra creatività.

Redazione Web Digital Design

Web Agency con anni di esperienza in ambito SEO ed editoria online.

Lascia un commento